La Storia

Il concorso Venere d’Italia nasce dall’idea del fotografo Pietro Cortese di creare un nuovo format relativo ai concorsi di bellezza, che si discostasse dal concetto commerciale di “miss”, e che di conseguenza valorizzasse la bellezza in senso artistico.
La competizione si ispira a valori aulici, che riprende il nome della dea romana della bellezza, Venere, che etimologicamente deriva da venus che in latino significa amore, desiderio, bellezza, leggiadria, avvenenza. Il senso più puro della bellezza quella vera, autentica.
La prima edizione ha luogo il 29 dicembre 2014, al Gran Teatro del Magicland/rainbow di Valmontone (Rm).
E’ subito un successo in termini di adesioni, con 60 ragazze in gara provenienti da 8 regioni diverse.
Ad aggiudicarsi la prima edizione è la siciliana Rosanna Sapia, che ha proseguito la sua carriera artistica come attrice.
La seconda edizione vede la svolta dal punto di vista artistico.
Nel 2015 tra i soci entra Gino Bombardiere, e grazie all’amicizia storica che lo lega al maestro orafo Gerardo Sacco, quest’ultimo realizza la corona ufficiale del concorso, un’opera unica ed irripetibile, interamente realizzata a mano.
Tra le tante novità dell’edizione 2015 c’è lo spostamento della finale nella città di Crotone.
La finale ha luogo il 26 settembre 2015, con 10 regioni accreditate e con una importante novità: l’evento diventa un vero e proprio fashion show.
Infatti le concorrenti hanno sfilato con le creazioni di stilisti emergenti provenienti da tutta la penisola.
Ad aggiudicarsi il titolo di Venere d’Italia 2015 è la campana Annalisa Fiscarelli.
Il concorso per lei ha rappresentato il trampolino di lancio per la sua carriera da fotomodella ed influencer.
La terza edizione conferma il connubio con il territorio Crotonese.
La finale infatti si svolge il 17 settembre 2016 ad Isola Capo Rizzuto, nello scenario suggestivo dell’hotel “Baia dei Gigli”.
Madrina della serata è la conduttrice Rai Roberta Morise e tra gli ospiti c’è anche Dradi Dimitar, giovane stilista emergente, vincitore dell’accademia della moda di Rai 2 del programma “Detto Fatto”.
La vittoria è della siciliana Jessica Ienna, che riporta il titolo in sicilia.
La quarta edizione torna di scena a Crotone, in piazza Marinai d’Italia.
La finale tenutasi il 17 settembre 2017, vede concorrere 53 ragazze per 14 regioni accreditate.
L’evento condotto dall’attrice Emanuela Tittocchia e dell’editore Francesco Catenacci, registra oltre 40 mila visualizzazioni della diretta facebook.
A trionfare è la pugliese Isabella Malerba che grazie al concorso sta realizzando i primi lavori da fotomodella professionista.

La finale 2018 riconferma alla conduzione Francesco Catenacci ed Emanuela Tittocchia. A trionfare è Diana Trandafir, portando il Lazio per la prima volta sul gradino più alto del podio!

.

.

.

l.

 

Nel 2019 ancora Calabria ma l’Olimpo di Finale Nazionale si sposta  dallo Ionio al Tirreno, cresce l’attenzione degli stilisti e viene perfezionata la triade di serate legate ai colori della bandiera; verde per la terra delle regioni, bianco per la luce della moda e rosso per il cuore in emozione per la Finalissima che vede primeggiare dall’Emilia Romagna Nicoletta Aloisi tra le ben 95 concorrenti di questa edizione.


Condividilo con i tuoi amici!